Cannocchiale da cento zecchini

18 luglio 2018

 – di Marco Benecchi – 

Un vecchio proverbio maremmano recitava così: “fucile da due quattrini e cane da cento zecchini!”. Ho talmente fatto tesoro di quel detto, che nei miei canili con ci sono mai stati meno di tre cani e piuttosto bravi, ma mi è sempre piaciuto anche avere una buona batteria d’ottime armi. Ora invece, che dedico tanto tempo e tanta passione anche alla caccia a palla, vorrei riadattare quel saggio proverbio in questo modo: “Carabina da pochi quattrini e cannocchiale da cento zecchini!”.

Perché oggi trovare un’arma rigata che spara male è davvero molto raro, ma se vogliamo andarci a caccia seriamente e con impegno allora diviene quasi d’obbligo equipaggiarla con un ottimo cannocchiale che sia all’altezza di ogni situazione.

Purtroppo (o per fortuna, secondo i punti di vista), oggi si compera molto su internet, direi quasi a scatola chiusa. Si sceglie in funzione del prezzo e dell’estetica più che a favore delle caratteristiche tecniche e della qualità dei materiali.

Sappiamo tutti che sono momenti difficili, economicamente parlando, ma acquistare un buon cannocchiale da mira richiede un piccolo sforzo solo per una volta.

Per leggere l’articolo completo
chiedete al vostro edicolante
Stagione Caccia – Apertura

Tags: , , , ,

COMMENTI