Cinofilia cinghialaia – Segugi, tra prove e caccia pratica

5 ottobre 2017

– di Federico Cenci –
Oramai è un dato di fatto, negli ultimi anni le prove su cinghiale si sono moltiplicate.
Di pari passo con l’aumentare dei segugi e con la definitiva consacrazione di quello maremmano, anche le competizioni ufficiali, quelle con qualifica ENCI che si svolgono in terreno libero, hanno avuto un notevole sviluppo.

Un grande stimolo perché i concorrenti non mancano mai!

Lo spirito competitivo anima la maggior parte dei cinofili cinghialai, e così quando trovano un soggetto completo non vedono l’ora di presentarlo in prova. Fortunatamente la Prosegugio nazionale e i tantissimi gruppi cinofili dell’ENCI, come le varie associazioni venatorie, si sono adoperati su tutto il territorio nazionale per permettere a chiunque lo desideri di avere l’occasione di mettere in campo i propri soggetti.

Da febbraio a settembre non c’è sosta, se un appassionato ha voglia di spostarsi, fine settimana dopo fine settimana trova sempre una prova nella quale mettersi in gioco insieme con i propri cani. Molti canettieri fino a ora impegnati solo nella caccia hanno cominciato a occupare i segugi anche nelle prove.

Fin da subito in tanti si sono resi conto che i segugi “forti” nella caccia pratica, non sempre primeggiano nelle competizioni…


Per leggere l’articolo completo
chiedete al vostro edicolante
Stagione Caccia – Cinghiale

Tags: , , , , , , ,

COMMENTI