Solidarietà – I cacciatori raccolgono fondi per i terremotati di Norcia

14 novembre 2017

Solidarietà per i terremotati dell’Umbria. La somma di euro € 2.130, raccolta dall’Enalcaccia di Arezzo, è stata ricevuta nella città umbra da Alberto Allegrini, Vicepresidente dell’associazione Enalcaccia nursina, e da Carlo Bianconi, storico albergatore di Norcia.

“Siamo venuti a Norcia , non solo per consegnarvi direttamente il bonifico, ma soprattutto per portarvi la solidarietà della nostra Enalcaccia Aretina, delle Sezioni Comunali Enalcaccia di Bibbiena, Mandrioli – Corezzo – Badia Prataglia, Poppi, Castiglion Fiorentino, Cesa in Valdichiana, Palazzuolo, Monte San Savino, Pieve al Toppo, San Giustino Valdarno, Subbiano, della Scuola Aspiranti Cacciatori Enalcaccia Arezzo e degli organizzatori del Campionato Nazionale Enalcaccia Trofeo Valdambra, che hanno aderito con sensibilità alla nobile iniziativa – ha affermato Fabrizio Lombardi, vicepresidente Enalcaccia di Arezzo – un piccolo ma significante segno per aiutare chi è stato travolto dalla disperazione e per la ricostruzione di una città ricca di storia, di cultura e di bellezze paesaggistiche”.

“I nostri cacciatori aretini sono vicini agli amici umbri e a tutta la popolazione di Norcia – ha proseguito Tommaso Romualdi, altro vicepresidente Enalcaccia – il nostro primo obiettivo è quello di non farli sentire soli in questo difficile momento”.

“Vi siamo immensamente grati e speriamo un giorno di potervi dire grazie in modo diverso – ha risposto Alberto Allegrini – I Love Norcia parte dalla Comunità e dal Sogno perché senza questi due elementi non si può pensare al futuro; il progetto intende sostenere, promuovere e valorizzare il territorio di Norcia, colpito dal terremoto, al fine di favorirne la ricostruzione e la rinascita della comunità attraverso 5 direttrici: socialità, sicurezza, formazione, lavoro, arte e territorio”

“L’identità di Norcia ha radici antiche, portatrice di una tradizione illustre, ha rappresentato da sempre un fiore all’occhiello del patrimonio culturale, paesaggistico, gastronomico e storico artistico del Bel Paese – ha concluso Carlo Bianconi, albergatore che poche settimane fa ha riaperto nella zona rossa della città, alla presenza del Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il suo albergo Palazzo Seneca–. L’identità di Norcia è forte: più volte ha affrontato la sfida della ricostruzione post terremoto con fierezza e determinazione, non vogliamo e non possiamo immaginare un’idea di Italia senza Norcia. Ricostruire Norcia è una sfida che riguarda tutti coloro i quali abbiano a cuore le radici della civiltà occidentale. Con questo spirito fiero, e insieme lucido, determinato e non pietistico, è nata l’associazione I Love Norcia, per portare avanti progetti concreti per aiutare la Città di Norcia in uno dei suoi momenti più difficili”.

Fonte: Enalcaccia

Tags: , , , , ,

COMMENTI