FIdC alla Lipu: “Regole di gestione, chiave per la conservazione dell’ambiente”

5 Maggio 2017

“Nessuna novità e nessun allarmismo necessario per la situazione delle specie citate dalla Lipu nel suo comunicato. La gestione è la chiave per la conservazione e non i divieti assoluti e immotivati”.

Ce lo fa sapere Federcaccia tramite un comunicato nel quale si legge:

“Apprendiamo da un comunicato Lipu che le 19 specie di cui si chiedeva il divieto di caccia appena due anni fa sono oggi diventate solo 5, ed è scomparsa l’allodola, oggetto della accesa campagna lasciamola cantare lanciata in grande stile dalla Lega per la protezione degli uccelli solo l’autunno scorso.

D’altra parte i cambiamenti sono necessari, se non si ottengono risultati, e così oggi Lipu cita in anticipo i dati del report Birds in Europe – Third edition, non ancora disponibile sul sito BirdLife.
In attesa della pubblicazione ufficiale si può notare che le 5 specie citate – ovvero coturnice, moriglione, pavoncella, tortora selvatica e  tordo sassello – sono definite “Vulnerabili” o “Quasi minacciate” nella Red List of European Birds, che è oggi il documento ufficiale della Commissione Europea.

Nulla di nuovo quindi. Infatti sia la pavoncella che la tortora sono da anni soggette a forti limitazioni del prelievo, come indicato da Ispra, mentre il moriglione lo è in alcune regioni, proprio su proposta dell’Ufficio Avifauna Migratoria FIdC.

La tortora è anche oggetto di un nuovo piano di gestione europeo in preparazione, che non prevede divieti di caccia, ma una futura pianificazione del carniere. Per la coturnice è in approvazione il piano di gestione nazionale mentre sul tordo sassello si potrà compiere una valutazione appropriata.

Per Federcaccia – ma vale per tutti coloro che praticano e perseguono una caccia sostenibile – le regole di gestione sono la chiave per la conservazione e non i divieti assoluti”.

Tags: , , , , , , ,

COMMENTI