Nostra esclusiva – Provato per voi: Benelli 828 U Beccaccia Calibro 12

20 luglio 2018

– di Paolo Tagini –

Beccaccia a sorpresa…
Con un vero e proprio coup de théâtre nel 2015 la Benelli presentò il suo primo fucile sovrapposto: per un’azienda che è praticamente sinonimo di fucile semiautomatico a funzionamento inerziale si trattò di una sorta di rivoluzione.

Da notare che il nuovo fucile, chiamato 828 U, non era un sovrapposto qualsiasi ma “il” sovrapposto Benelli, vale a dire caratterizzato da quella ricchezza di contenuti tecnologici, patrimonio della grande Casa urbinate.

Qualche tempo fa, in occasione di una visita di lavoro allo stabilimento Benelli, ci è capitato di provare a sorpresa una nuova versione dell’828 U denominata Beccaccia, nome che la dice lunga sulla sua destinazione d’uso.

All’IWA 2018 di Norimberga si erano viste le versioni Sporting e Compak dell’828 U, caratterizzate dalla bascula d’acciaio e per ora non previste per il mercato italiano, ma non c’era stata traccia del Beccaccia che è invece comparso inaspettatamente e che abbiamo potuto provare al Campo di Tiro a Volo di Urbino.

L’828 U Beccaccia si differenzia dalla versioni viste finora per la diversa tonalità nell’anodizzazione della bascula (vira verso il marrone) e per le canne da 24”, ovvero lunghe solo 61 centimetri.


Per scoprire le caratteristiche
del Benelli 828 U Beccaccia
chiedete al vostro edicolante
Stagione Caccia – Apertura

Tags: , , , , , , ,

COMMENTI