Nuovo sistema di mira elettronico – Ecco il red dot di HOLOSUN

20 ottobre 2017

Diversi anni fa in America nasceva il Tiro Pratico – Dinamico con la pistola, una disciplina questa in cui i tiratori si cimentavano in prove di precisione, ma soprattutto di velocità. Per ridurre i tempi d’ingaggio del bersaglio una ditta svedese, pioniera in questo campo, inventò un puntatore elettronico in grado di proiettare su un vetro un punto circolare di colore rosso comunemente chiamato dot, molto visibile e di precisa e robusta regolazione.

Questa piccola, geniale invenzione, permetteva ai tiratori di puntare velocemente la propria arma, di allineare il vistoso punto rosso sul bersaglio e di tirare il grilletto in un lasso di tempo brevissimo, risparmiando secondi preziosi nel cercare la tacca di mira e il mirino, posizionarli a dovere e puntarli contro il target.

Come spesso accade, il passaggio dal tiro sportivo alla caccia pratica fu breve e i tiratori-cacciatori che intuirono le potenzialità del nuovo accessorio per la caccia in battuta furono moltissimi. Negli anni a seguire il collimatore comunemente detto “punto rosso” conobbe moltissimi estimatori, compresi molti corpi scelti di Polizia e militari. Il successo di questo rivoluzionario accessorio fu immediato e vertiginoso, tanto che oggi quattro cacciatori di cinghiali su cinque montano dei Red Dot sulle carabine semiautomatiche e anche, perché no, sui combinati ed express.

Il collimatore elettronico è uno strumento relativamente semplice come concezione elettronicomeccanica e come regolazione, uso e manutenzione. Assomiglia molto a un comune cannocchiale da mira, ma ha dimensioni molto ridotte, non ha ingrandimenti perché è stato progettato per tirare con ambedue gli occhi aperti a brevissima distanza, ma mantiene le due torrette per la regolazione dell’alzo e della deriva come gli impianti ottici classici.

Il modello che ci interessa promuovere e presentare è il nuovissimo Holosun Red Dot Micro HS403B prodotto dalla Technologies Huanic Corporation cinese, un mirino elettronico che mantiene la classica configurazione a “tubo” ma che possiede caratteristiche davvero eccellenti.

Spicca subito all’occhio la sua somiglianza con altri modelli appartenenti alla stessa categoria, e questo
secondo noi è già un buon inizio, ma l’Holosun Red Dot Micro HS403B possiede un pizzico di grinta in più che lo rende perfetto come mix di qualità – prestazioni – prezzo per il moderno appassionato di caccia in battuta.

Queste le sue caratteristiche principali: ha un campo visivo illimitato, è esente da fastidiosi problemi
di parallasse, non risente delle condizioni climatiche più estreme, è molto preciso, robusto, durevole e
non è costruito con materiali tossici né per il tiratore né per l’ambiente.

Non rilascia immissioni Laser pericolose ed è dotato di un potenziometro-interruttore meccanico molto preciso e affidabile. Ma i punti di forza dell’Holosun Red Dot Micro HS403B sono le sue dimensioni, il suo peso e non ultimo il suo prezzo davvero competitivo.

Ha un ingombro talmente modesto da non influire assolutamente né sul peso né sul brandeggio dell’arma sul quale andrà montato. Con i suoi 67 mm di lunghezza totale e i suoi 112 grammi di peso con base bassa e 132 con base alta, si pone ai vertici della categoria come uno tra i più compatti sistemi di mira non holografici oggi in produzione.

I prodotti HOLOSUN sono distribuiti da:
CANICOM srl
Via Sottopoggio 32 – 55060 Guamo (LU)
Tel +39 0583462363 – fax +39 0583462411
www.canicomitalia.com
info@canicomitalia.com

Tags: , , , , , ,

COMMENTI