Possessori di armi detenute legalmente, ecco il Il Comitato direttiva 477

29 Aprile 2015

Lo scorso mercoledì 22 aprile a Roma è nato a Roma il Comitato Direttiva 477 che ha dato il via ad una iniziativa unitaria in difesa dei diritti dei possessori di armi legalmente detenute, attraverso una raccolta di firme, che saranno utilizzate per un’azione legale di contrasto alle norme antiterrorismo approvate di recente dal Parlamento la scorsa settimana, norme che colpiscono senza motivo anche tutti i possessori di armi legali, con gravi conseguenze per il mondo degli sport del tiro, della caccia e delle attività commerciali a esso collegate.

In questo periodo in cui si parla di ulteriori giri di vite è più che mai importante che chiunque detenga armi a qualunque titolo si unisca per fare in modo che questa iniziativa di raccolta firme a livello nazionale abbia successo.

Il Comitato Direttiva 477 nasce per tentare di far annullare le norme restrittive passate dal 2013 in poi, riallineando le leggi italiane sulle armi alla direttiva 91/477/CEE. come modificata dalla 2008/51/CE, ovvero, né più né meno, agli standard europei. Per ottenere questo è necessario utilizzare uno strumento previsto dalle leggi degli stati democratici: raccogliere le firme di tutte le persone interessate a tutelare il diritto di contestare e scegliere liberamente.

Armerie, Sezioni TSN (Tiro a Segno Nazionale), poligoni di tiro privati, associazioni di tiro e venatorie, aziende faunistico venatorie e federazioni sportive possono scaricare il modulo da questa pagina, compilarlo con i propri dati identificativi e procedere autonomamente alla raccolta delle firme fra i propri dipendenti, clienti, soci, amici e familiari. I soggetti che si faranno carico della raccolta firme diventano responsabili del trattamento per la privacy dei dati personali, e sono quindi tenuti a custodire i moduli con cura e senza mostrarli e/o cederli a terzi non autorizzati.

Al momento della raccolta finale, tutti i moduli firmati si faranno confluire al Comitato Promotore con opportuna procedura a norma di legge. Tutti i detentori di armi, appassionati tiratori e cacciatori sono invitati a sensibilizzare le loro armerie, i poligoni preferiti, le associazioni, i familiari e gli amici (anche non possessori di armi) affinché aderiscano ora a questa importante iniziativa.

Tutti i detentori di armi devono anche sensibilizzare familiari e amici – in quanto cittadini italiani con potere di voto – invitandoli a depositare anche le loro firme contro i provvedimenti restrittivi in materia di armi che il governo italiano ha attuato con la scusa della tutela della sicurezza dei cittadini a causa del terrorismo internazionale.

Scaricate il modulo, stampatelo, compilate tutti i campi con i vostri dati personali e portatelo nelle armerie, poligoni o associazioni aderenti più vicine a voi.

SCARICA IL MODULO

Fonte: www.armiebalistica.com

COMMENTI