Quando il cinghiale non ha paura

20 Settembre 2017

– di Marco Benecchi –
Noi cacciatori che viviamo in Maremma o sull’Appennino Tosco, Ligure ed Emiliano siamo sempre stati considerati, a torto, come degli impavidi spesso alle prese con grossi e violenti cinghiali, protagonisti di frequenti attacchi contro l’uomo.

Personalmente, per quel che ricordo, di cacciatori che sono stati attaccati o feriti di proposito dai cinghiali ne ho conosciuti pochi.

Specifico di proposito, perché spesso qualcuno ha scambiato una “carica” con la semplice coincidenza che l’animale, dandosi alla fuga, sia andato nella sua direzione.

Per i nostri ausiliari il discorso cambia, credo che non abbiano un nemico più temibile e letale. Se messo allo strette, senza vie di fuga, un cinghiale adulto non ha paura di nessuno. È un selvatico forte, robusto e tenace che, tra l’altro, conosce e sa sfruttare la propria forza. Ma il suo essere estremamente selvatico lo porta a cercare, quasi sempre, la fuga piuttosto che lo scontro diretto.

Dico quasi sempre, perché un giorno io stesso ebbi la sfortuna d’incontrare un cinghiale che, chissà perché, tra la fuga e l’attaccare il sottoscritto scelse la seconda soluzione…

Per leggere l’articolo completo
chiedete al vostro edicolante
Stagione Caccia – Cinghiale

Tags: , , , ,

COMMENTI