Sito indipendente smaschera notizia falsa sulla caccia

23 ottobre 2018

“La caccia ai cinghiali ne provoca l’aumento?”

È la domanda titolo di un articolo pubblicato sulla sito internet butac acronimo di Bufale Un Tanto al Chilo. In questo spazio web gli autori cercano di smascherare tutte le notizie false che viaggiano sui social network ogni giorno.

Si tratta di fenomeno pericoloso perché in grado di spostare equilibri sulla base di informazioni fasulle e titoli ad effetto.

Ebbene quelli di butac, oggi 23 ottobre 2018, hanno smascherato una notizia circolata a settembre e che riguarda il mondo della caccia e dei cacciatori e condiviso soprattutto dagli animalisti: secondo uno studio pubblicato sul volume 71 dell’aprile 2018 della rivista Pest Management Science in Europa si registra un aumento dei cinghiali a causa dei cacciatori, citando anche erroneamente il nome della pubblicazione che diventa “Pet management science”. “Pest” in inglese significa animale nocivo, mentre “Pet” è il tenero animale domestico.

Non vogliamo sembrare maliziosi, ma questo giochino ci sembra proprio architettato ad arte, poiché tradotto letteralmente il titolo della rivista internazionale è Scienza della gestione dei parassiti” e non “Scienza della gestione degli animali domestici”, come si vuole fare erroneamente credere a chi non ha tempo e modo di verificare la notizia.

Naturalmente questa fantomatica ricerca ricerca è stata ripresa e rilanciata dalle pagine di siti internet e social di animalisti…

Nell’articolo in questione (quello vero) non si sostiene che la caccia provochi un aumento della specie cinghiale, ma indica fra le cause di questo fenomeno i climi meno rigidi degli inverni del nuovo millennio, l’aumento delle produzioni agricole in molte zone e la riforestazione.

Fonte: Butac

COMMENTI