Stagione Caccia CINGHIALE – L’ultimo verro di Varenne

3 ottobre 2017

– di Federico Cenci –
Ogni cinofilo allevatore nel suo canile ha sempre un soggetto prediletto, un segugio capace di emozionarlo più degli altri. Badate bene… non è detto che il nostro pupillo sia il cane migliore in assoluto, o quello che sia riuscito a vincere di più, ma di certo è quello con il quale s’instaura un particolare feeling.

Nel nostro caso l’allevatore è mio padre Rinaldo e il cane in questione Varenne: un segugio maremmano fulvo particolarmente espressivo, che con le sue indimenticabili abbaiate a fermo ha fatto accapponare la pelle a tanti appassionati cinofili cinghialai.

Fin dalle primissime esperienze addestrative Varenne dimostrò una vivacità e un dinamismo fuori del comune. Insieme con i fratelli si proponeva in interminabili abbaiate a fermo e continue bagarre. Insomma, la cucciolata era davvero riuscita bene, così mio padre decise d’intraprendere le pratiche addestrative già dai cinque mesi d’età. Fin da subito il suo Varenne si dimostrò di fronte al selvatico spavaldo e determinato. Ricordo bene un particolare episodio accaduto qualche anno fa, durante le prime uscite nel terreno libero…


Per leggere l’articolo completo
chiedete al vostro edicolante
Stagione Caccia – Cinghiale

COMMENTI