Caccia in battuta – Uniti si vince

15 Ottobre 2018

Qualcosa sta cambiando nel mondo della caccia al cinghiale in battuta, e credo anche in meglio. Da qualche anno a questa parte stiamo assistendo a una metamorfosi che fino a poco tempo fa era impossibile.

C’è sempre meno competizione tra le squadre di cinghialai, anzi abbiamo la netta sensazione che in molti avvertano il bisogno di collaborazione, di simbiosi o più semplicemente d’amicizia!

Chi se lo sarebbe mai immaginato che alla vigilia dell’apertura della caccia al cinghiale a Capalbio, Orlando il Capocaccia della squadra di Monte Verro chiamasse Carlo il Capo della squadra dei Santi, per chiedergli se gli avesse fatto piacere “cacciare insieme” nei loro boschi? Cose dell’altro mondo!

Come se l’Inter e il Milan o la Lazio e la Roma si mettessero d’accordo per allenarsi insieme nello stesso campo.

Io caccio con i Santi, e quando Carlo mi chiamò per informarmi di questo nuovo, quanto insolito “gemellaggio”, ne fui lieto perché c’è già tanta competizione nel mondo quotidiano e poterla “ridurre” in quello della caccia, sarebbe stata davvero una bella cosa.


Per leggere l’articolo completo
di Marco Benecchi
Chiedete al vostro edicolante
Stagione Caccia – Cinghiale

COMMENTI